Un confronto per una migliore sensibilizzazione al plagio nell’istruzione secondaria

Il 19 aprile 2018 abbiamo organizzato una conferenza online per gli istituti di istruzione secondaria della regione Emilia Romagna. è stata l’occasione di aprire una riflessione insieme riguardo le sfide della sensibilizzazione al plagio nelle scuole medie e superiori. Tre principali temi hanno ritmato la conferenza :
Osservatorio del plagio nell’istruzione secondaria: Dati, modus operandi, profili …
– L’importanza della prevenzione al plagio dai primi lavori scritti anche dalle medie
– Le azioni concrete da avviare per sensibilizzare gli studenti in maniera educativa e positiva

L’occasione di raccogliere dei riscontri di esperienza sul plagio

Ringraziamo il professore di filosofia Lorenzo Cardarelli del Liceo Attilio Bertolucci di Parma, che attraverso la sua testimonianza, ci permette di capire le problematiche legate al plagio nell’istruzione secondaria :

“ Abbiamo provato a verificare se e quanto si copiava nel nostro istituto facendo una ricerca interna nel maggio del 2014 su un campione significativo di quasi 400 studenti. È emerso un sentimento prevalente di indifferenza e una condanna di questa azione piuttosto scarsa. Circa un quarto degli studenti rientra nel profilo del “copiatore convinto”. Il copia-incolla è solo un aspetto che diventa sempre più rilevante per la questione del digitale a scuola. Questo porta un cambiamento nella percezione del digitale, l’impatto di tutto questo nella scuola è di iniziare a ragionare da una didattica con il digitale ad una didattica nel digitale e sul digitale. […] Abbiamo acquisito il software di Compilatio nel 2015 come prima esperienza in Italia di scuola secondaria di II grado. […] I Docenti sono formati all’uso del software ad inizio d’anno, specialmente i docenti nuovi. […] è evidente che uno strumento per quanto efficace ed anche semplice nell’utilizzo, da solo non è sufficiente. Questo strumento prende senso soltanto se viene inserito in un piano più ampio di uso consapevole, responsabile e critico delle risorse e tecnologie digitali, che abbia una valenza pedagogia, formativa e in qualche modo politica. ”

Altre testimonianze

Una presa di coscienza incoraggiante

La constatazione : sempre di più, i collaboratori didattica prendono coscienza dell’importanza di considerare la problematica del plagio dalle superiori. Infatti, 25 dei 150 istituti invitati a questa conferenza hanno deciso di approfondire la tematica del plagio per insegnare le buone prassi di cittadinanza digitale, di redazione e di citazione quanto prima.

Ringraziamo quelli che hanno potuto partecipare alla conferenza. Per gli altri, potete accedere al reso conto subito.

Reso conto completo